Calciomercato giugno 2012: Galatasaray, Chelsea, Liverpool

Calciomercato giugno 2012: Galatasaray, Chelsea, Liverpool

Il Chelsea è davvero scatenato in questo inizio di mercato. Forte dell’entusiasmo causato dal trionfo in Champions League, la squadra (per ora) guidata da Roberto Di Matteo sta facendo la spesa in Europa, raccogliendo alcuni dei migliori talenti in circolazione. Pochi giorni fa è stato regolato l’acquisto di Hazard, nuova sensazione del calcio belga, mentre adesso pare proprio che Roman Abramovic abbia tutte le intenzioni di staccare un assegno per Hulk, bomber del Porto. Secondo le ultime indiscrezioni, il magnate russo sarebbe capace di sborsare ben 50 milioni di euro per assicurarsi l’attaccante, come al solito alla faccia della crisi. Un tempo sul brasiliano si erano viste sia Inter che Milan, ma la potenza economica del Chelsea è assolutamente inarrivabile e sembrerebbe quindi proprio Hulk il predestinato a sostituire Didier Drogba nei sogni dei tifosi londinesi.

Il Liverpool, nel frattempo, è impegnato a rifarsi il trucco, leggasi trovare un nuovo allenatore. Ormai sembra quasi sicuro che la guida dei Reds sarà affidata a Brendan Rodgers, attuale allenatore dello Swansea. Si tratta di una scelta piuttosto strana e di basso profilo, dopo che negli ultimi giorni i nomi accostati alla squadra erano stati di primissimo livello, come Villas Boas, Capello e persino un clamoroso ritorno di Benitez. Alla fine tutto si sarebbe risolto così e i Reds dovranno addirittura guardarsi le spalle per evitare di perdere il bomber Luis Suarez. La crisi economica della squadra continua ad impedire di far evolvere la rosa e il futuro del Liverpool appare sempre più lontano dai fasti di un tempo.

Infine sul mercato europeo è piombato come un’aquila il Galatasaray. La squadra di Istanbul, infatti, è tornata a fare la voce grossa in Turchia, vincendo il campionato dopo quattro anni di attesa. Ora Fatih Terim vuole una rosa competitiva e si fanno nomi davvero clamorosi. Sembra che i turchi abbiano parlato addirittura con Cassano, Buffon e Chivu, anche se sembra che le chance di cambio di maglia di questi tre giocatori siano veramente infinitesimali.