Brasile 2014: Brasile- Olanda nelle parole dei protagonisti

mondiali-brasile-2014-lelenco-completo-dei-trentadue-paesi-qualificati_1_big

La finale per il terzo e il quarto posto, in programma stasera alle ore 22:00 con diretta sulla Rai, non consolerà nessuno, infatti sia il Brasile padrone di casa che l’Olanda sono due grandi deluse di questa edizione, ma andiamo a vedere meglio in dettaglio.

Nonostante la sonora e storica batosta rimediata nella semifinale contro la Germania, Felipe Scolari, tecnico del Brasile, davanti ai microfoni, si pronuncia così: “L’immagine della Seleçao è stata rovinata da un risultato catastrofico, ma i tedeschi sono stati superiori a noi e non abbiamo nulla di cui vergognarci. Abbiamo comunque fatto un buon lavoro”. A difendere il suo allenatore c’è anche uno dei grandi assenti della semifinale, il difensore Thiago Silva, costretto a saltare la sfida con la Germania per una squalifica, e che stasera sarà regolarmente in campo, e ha dichiarato quanto segue: “Questo non è il momento di crocifiggere Scolari. Quando un gruppo sbaglia, sbagliano tutti. La sconfitta non è colpa del tecnico. E anche se non ero in campo con la Germania, la colpa è anche mia. Io sono il capitano. Quello che è successo è qualcosa che non accadrà più nei prossimi 100 anni”.

L’Olanda di Van Gaaal non vuole fare la vittima sacrificale, così il tecnico degli orange: “Sappiamo che non sarà facile, ma ci siamo preparati molto seriamente per questo appuntamento e so che siamo la squadra più difficile da battere. I brasiliani hanno giocato la loro semifinale 24 ore prima di noi e questo per loro è un grosso vantaggio, che ne dica Scolari. Chi scenderà in campo? Non ho ancora deciso la formazione: solo Leoy Fer è fuori, gli altri sono ok”.

mondiali-brasile-2014-lelenco-completo-dei-trentadue-paesi-qualificati_1_big