Atletica: Diamond League 2013, gli italiani in gara

Atletica: Diamond League 2013, gli italiani in gara

Continua con risultati molto interessanti la tappa di Losanna della Diamond League 2013. Nella città svizzera si sono visti diversi ritorni eccellenti, in particolare l’americano Gay ha fatto la sua ricomparsa dopo i Trials. Particolarmente interessante per i nostri colori, però, è il ritorno alle gare di Fabrizio Donato, che rientrava dopo un infortunio il cui recupero ha richiesto ben 9 mesi di cure. Nel salto triplo il finanziere azzurro ha centrato un buon risultato di 16,86 metri. La gara è stata nel frattempo vinta dal cubano Pedro Pablo Richardo con una misura di 17,58 metri. Alla fine per l’italiano si chiude con il quinto posto, davvero niente male.

Per l’Italia c’è davvero poco altro da commentare, ma il meeting di Losanna non è stato certo povero di emozioni. Oltre a Gay, c’è da registrare il rientro in grande forma di Asafa Powell. Il giamaicano deve arrendersi all’avversario americano, ma con un tempo di 9”88 sui 100 metri non si può certo dire che abbia fatto una brutta gara. Grandissimo protagonista della giornata, però, è l’ucraino Bohdan Bondarenko, che nel salto in alto vola a 2.41 metri e segna la quarta migliore prestazione assoluta di tutti i tempi. Solamente Sotomayor, Sjoberg e Thranhardt hanno fatto meglio di lui. Erano 19 anni che certi traguardi non venivano toccati.

Negli 800 metri desta molto scalpore l’etiope Mohammed Aman, che sfiora per pochissimo il record mondiale annuale. Da non dimenticare la grande gara di David Olivier nei 100 metri ostacoli, completati in 13”03, e infine Sandra Perkovic, che nel lancio del disco arriva fino alla misura di 69.96, aggiudicandosi così la Diamond League. Eccellente anche Abeba Aregwai, svedese, nei 1.500 metri.

Atletica: Diamond League 2013, gli italiani in gara