Amichevole 4 giugno 2014: Italia-Lussemburgo 1-1, delusione azzurra

Amichevole 4 giugno 2014: Italia-Lussemburgo 1-1, delusione azzurra

Poco importa che anche l’Inghilterra abbia impattato contro l’Ecuador a Miami. A Perugia i tifosi azzurri sono usciti dallo stadio con l’amaro in bocca, testimoni di una Nazionale che, é bene sperarlo, sta letteralmente tenendo i remi in barca. Forse per sprintare durante la competizione iridata. Almeno questo é quello che ci auguriamo, perché pareggiare in casa per 1-1 contro una nazionale che, con tutto il dovuto rispetto, é abbonata agli ultimi due posti di qualsiasi girone di qualificazione al quale le tocca prendere parte, rappresenta un passo indietro davvero incredibile.

Certo, occorre dire che gli Azzurri molto probabilmente sono appena usciti da un ciclo di allenamenti molto pesanti, che potrebbero dal loro energia quando più conta, ovvero dal 14 giugno in avanti. Il morale, però, non può essere dei migliori. Prandelli vara uno strano schema 4-1-4-1 mai visto prima di allora, nel tentativo di far convivere Verratti e Pirlo. Esperimento riuscito solo a metà. C’è da rallegrarsi per la buona condizione mostrata da Cassano, entrato nella ripresa, e da Mario Balotelli, forse due dei protagonisti più attesi. La rete di Marchisio arriva dopo appena nove giri d’orologio proprio su assist del milanista. Purtroppo, però, la squadra sembra poi sedersi.

Avversario sottovalutato? Volontà di risparmiare forze per il mondiale? Tutto può essere. Disgraziatamente, però, la figuraccia rimane e poco consola il fatto che le nostre spedizioni più gloriose siano state spesso anticipate da amichevoli deludenti. Le traverse di Balotelli e Candreva nella ripresa non cancellano la rete storica di Chanot a cinque minuti dalla fine. Buffon quasi non ci crede e nemmeno noi. Speriamo che cambiare emisfero faccia ribaltare non solo le stagioni, ma anche le teste e i muscoli dei nostri Azzurri.

Amichevole 4 giugno 2014: Italia-Lussemburgo 1-1, delusione azzurra