Amichevole 28 luglio 2012: Milan – Chelsea 1-0, risolve ancora Emanuelson

Amichevole 28 luglio 2012: Milan – Chelsea 1-0, risolve ancora Emanuelson

Più passa il tempo e più il Milan si scopre qualche piccolo tesoro in squadra. In quest’estate di grandi partenze e paure, il Milan coglie una vittoria davvero incoraggiante per 1-0 contro il Chelsea campione d’Europa, potendosi godere sia la buona prestazione di qualche nuovo acquisto, che di qualche volto noto che però sembrava non essere troppo utile alla causa. Soprattutto Emanuelson si sta dimostrando in grandissima forma, riuscendo ad esaltare quel ruolo avanzato che nella stagione passata aveva invece sollevato più di qualche perplessità. Ottime anche le prove di Bonera e Mesbah, ma soprattutto ha entusiasmato Montolivo, alla prima uscita in assoluto con la maglia rossonera.

Davanti ai 40.000 spettatori di Miami, Milan e Chelsea hanno dato vita ad uno spettacolo davvero notevole, con ritmi molto alti per essere un test di mezza estate. In porta si schiera Amelia, mentre in attacco Allegri prova una sorta di tridente con Emanuelson, Boateng ed El Shaarawy. Il primo tempo è molto godibile ed entrambe le squadre possono essere soddisfatte. Il Milan controlla il gioco nelle parti iniziali del match e si crea diverse palle da rete, pur senza concretizzarle. Nella ripresa il copione rimane sempre lo stesso, con Cech molto bravo su un’azione rasoterra di Emanuelson.

Inizia la girandola dei cambi. C’è spazio anche per il bi-campione d’Europa Fernando Torres, mentre nel Milan entrano Nocerino, Abate, Acerbi e Montolivo. Schierato da regista basso, l’ex viola si rende protagonista di un match di spessore, cercando di mettere a tacere i dubbi circa il suo acquisto. Al 67° arriva finalmente la rete che sblocca il risultato. In contropiede Emanuelson è molto bravo a portare via l’uomo ad El Shaarawy, che si trova solo davanti a Cech. Il Faraone si fa parare il tiro, ma la sfera torna tra i piedi dell’olandese, che segna il suo secondo gol decisivo dopo quello di Gelsenkirchen contro lo Schalke 04.

Il triplice fischio ci restituisce un Milan decisamente più sicuro di sé e più in forma. Il lavoro di Allegri continua e le speranze che anche senza Thiago Silva e Ibra la squadra possa essere protagonista di una buona stagione non sembrano più così poche e deboli.