All Star Game 2012 Pesaro: vince l’Italia

Logo_AllStarGame2012

Pesaro onora al meglio l’impegno annuale dell’All Star Games 2012 e riesce a portare in dote al Basket più di 8 mila spettatori per quest’importante e interessante  evento.

La notizia del giorno è però quella di una nuova nazionale sperimentale, come si evince dalle parole del commissario tecnico Simone Pianigiani:

”E’ importante  intervenire sui giovani potenzialmente validi e far acquisire loro un’esperienza internazionale. Oggi il nucleo azzurro e’ piuttosto limitato, bastano alcuni infortuni come per l’All Star Game e la squadra si riduce del 50%: abbiamo bisogno di ampliare la base dei giocatori da nazionale ai quali poter far ricorso nei momenti di emergenza, senza che gli ultimi chiamati debbano affrontare tutte le difficoltà dell’inserimento nel club azzurro, perché saranno già nel giro degli azzurri”.

Per ulteriori approfondimenti in merito potete leggere l’articolo relativo, pubblicato ieri su Sport10, mentre ora passiamo invece all’All Star Games 2012 vero e proprio dove Daniel Hackett, play guardia di Pesaro, si è aggiudicato la corona del Mvp, riuscendo a mettere a segno 27 punti in 28 minuti.

Nelle schiacciate il titolo è andato a James White che ha poi voluto omaggiare Alphonso Ford, re di casa portato via dalla leucemia nel 2004. Curiosi quanto divertenti sono invece risultati i siparietti di Aubrey Coleman che si è travestito da Batman prima e da Uomo Ragno poi, concludendo con uno spettacolare balzo da uno scooter.

La gara dei Tre Punti è stata vinta da Travis Diener del Banco Sardegna Sassari, che in finale ha avuto ragione,  allo spareggio, su Jeff Viggiano, esterno italo-americano del Benetton Treviso.